Esposizione al sole: Qual è stata la peggiore scottatura della tua vita?

La mia peggiore scottatura era in realtà mezza bruciatura. Potresti chiedere come si può ottenere una mezza bruciatura. Bene, l’ho fatto. Era la fine di agosto del 1994, erano le due del pomeriggio e mi addormentai sdraiato sul lato sinistro nel giardino del mio amico. Quando mi sono svegliato la metà destra della mia faccia, il mio braccio destro e la mia gamba destra erano già rosso vivo, mentre il mio lato sinistro era bianco giglio. Sembravo che qualcuno avesse applicato la vernice rossa con un pennello largo a metà del mio corpo! Pensa a Braveheart ma con vernice rossa anziché blu.

Era ancora più umiliante perché sono greco e ho avuto la scottatura in Germania vicino al confine olandese. Essendo normalmente greco, sto molto attento con il sole, ma non mi aspettavo di ottenere una solarizzazione a 25 ° C.

Per peggiorare le cose la mattina seguente il tempo è peggiorato e non ho potuto “pareggiare” le due parti. Due giorni dopo sono tornato in Grecia per l’infinito divertimento di familiari e amici. Il tempo doveva avere qualcosa contro di me perché era un insolitamente freddo e nuvoloso all’inizio di settembre e ho sfoggiato questo insolito sguardo fino alla fine di settembre. Quindi, anche se non eccessivamente doloroso, era incredibilmente ridicolo e … esilarante.

Abersoch, Gwynedd, Galles del Nord, 1985.

Ho viaggiato in molti paesi caldi e sono stato esposto a forte luce solare per lunghi periodi in una varietà di luoghi. Ho pedalato attraverso il Vietnam, ho lavorato nei campi di pere in un kibbutz in Israele, visitato ad agosto a mezzogiorno ad Abu Simbel, ho camminato in Thailandia, ho camminato sulle Alpi, passato la giornata alla pesca in mare e sono stato innumerevoli viaggi di sci e snowboard. Ma la peggiore scottatura che abbia mai avuto è stata dopo una giornata in spiaggia in Galles.

Il sole estivo nel nord della Gran Bretagna può essere ingannevolmente pericoloso. È insolito che le condizioni meteorologiche siano scomodamente calde, quindi non c’è alcun incentivo naturale a uscire dal sole. In un giorno tipico in estate la temperatura dell’aria è spesso tale che non preferiresti sederti all’ombra perché sarebbe un po ‘freddo, quindi cerchi attivamente i punti in cui il sole splende. Non senti il ​​sole picchiarti su di te come fai nei paesi caldi e te ne dimentichi. Le ore di luce diurna in estate sono davvero lunghe e, se la pioggia e le nuvole sono lontane, è allettante approfittarne e puoi stare all’aperto godendoti il ​​sole per dodici ore o più.

Al contrario, sei consapevole del sole quando passi la giornata passeggiando in un parco a tema in Florida o sdraiati su una spiaggia nel Mediterraneo. Ti senti caldo e scomodo, e assapora ogni ombra. Le code ai parchi a tema in Florida sono sempre sotto copertura, in Gran Bretagna non lo sono spesso. Nei paesi caldi ti copri al sole e poi trascorri la maggior parte della giornata evitando il sole.

Dopo aver finito il liceo sono andato con un gruppo di amici ad Abersoch per una settimana. Il tempo è stato buono e abbiamo raggiunto la spiaggia dal mattino fino a quando il sole è calato intorno alle 22:00. La protezione solare che avevamo era debole, come era la norma all’epoca, e tutti noi fummo bruciati. Il sole potrebbe essere un po ‘più basso nel cielo quando emerge sulla Gran Bretagna, ma non è un ordine di grandezza più debole di quello che è nell’Europa meridionale.

Trascorremmo il prossimo paio di giorni alla ricerca di attività al coperto e in quella parte del Galles settentrionale, soprattutto all’epoca, non ce n’erano. Eppure, è stata una lezione utile e non sono mai stato bruciato così di nuovo.

Ho avuto la mia peggior scottatura in Grecia nel 2009 a Sarti, Sithonia. Ero sulla spiaggia di fronte al mio appartamento e ho perso completamente la sensazione del tempo e perché sono molto pallido, di solito torno all’appartamento alle 11 del mattino. Questa volta ero sulla spiaggia fino alle 13 con mio padre. Inutile dire che siamo tornati nell’appartamento rosso come i granchi e splendenti allo stesso tempo. Eravamo letteralmente rossi dalla testa ai piedi e nei giorni successivi dovevo indossare la maglietta se volevo nuotare. Mi ci sono voluti 8 giorni per tornare finalmente alla normalità e aggiungere il fatto che era ESTREMAMENTE doloroso fare qualsiasi cosa con le scottature del sole in quel modo. La prossima scottatura solare peggiore che ho avuto è quella che ho ottenuto ora (di nuovo) in Grecia. Accidenti a te e al tuo sole Grecia.