Come si possono usare le querce per abbronzare la pelle?

Se hai intenzione di abbronzarti da solo su scala più piccola consiglierei di dare un’occhiata a http://www.braintan.com/barktan/…

Il tannino si trova principalmente nelle aree di crescita dell’albero, come i rami giovani e negli strati inferiori della corteccia e più ancora nella corteccia più sottile di rami o arbusti di quercia. Il tannino è solubile in acqua, quindi tutto ciò che serve per eliminare il tannino è posarlo in acqua. Per estrarre un massimo di tannino, la corteccia deve essere triturata in piccole schegge o addirittura macinata in una sostanza simile a polvere ruvida.
A patto che la tua pelle sia adeguatamente preparata per l’abbronzatura, tutto ciò che serve è stendere la pelle in una vasca o una vasca d’abbronzatura, coprirla con uno strato di corteccia di due pollici, posare un’altra pelle sopra di essa e un altro strato di corteccia, ecc. e riempire la vasca o la fossa con acqua. Il tannino si dissolve nell’acqua e le proteine ​​lo attraggono. Questa è la sostanza di cui è fatta la pelle, così il legame dei tannini con le proteine ​​crea questo nuovo materiale chiamato pelle, il primo materiale creato dall’uomo. Beh, questo è solo il principio dell’abbronzatura, ma per abbaiare in modo adeguato una pelle il processo è un po ‘più complicato. Se la soluzione abbronzante è troppo concentrata, il tannino saturerà lo strato esterno della pelle, senza lasciare alcun tannino attraverso gli strati interni. Per evitare ciò, il conciatore di solito eseguiva una preconciatura in diversi tini con soluzioni abbronzanti precedentemente utilizzate, iniziando con un liquore già utilizzato quattro volte, quindi cambiandolo in una vasca con un liquore che era stato usato solo tre volte ecc., Prima della deposizione la pelle si nasconde nella fossa. Una concia delle pelli di cuoio spesso può richiedere fino a 14 o più mesi.