Pensi che la vita sia più bella di quanto non sia brutta?

Sì. Tutto nella vita è pura, incontaminata, viscerale bellezza . Tutto – anche le parti più scure e le parti più tristi. Aggiungono solo contrasto e dimensione; ci danno una prospettiva sulla bruttezza così possiamo apprezzare ancora di più la bellezza.

Un neonato è bello, proprio come lo è il passaggio di un caro amico. Le scintillanti giornate estive che puoi ricordare solo dalla tua giovinezza sono belle, proprio come la grandine bianca degli inverni grigi. Cibo, donne, uomini, civiltà, infrastrutture, socializzazione, funerali, obitori, ospedali, fiori, natura, api, coperte, vento, pioggia. È tutto bellissimo

Tutto nella vita serve solo come punto culminante per la bellezza di un altro. Ecco perché tutto, separato, è bello, e insieme, poiché forma la vita, è bello.

La vita è bella!

La vita può essere bella o brutta, a seconda della prospettiva da cui vieni. Considerando la tua scelta di formulazione nella definizione della domanda, presumo che ti piacerà pensare che la vita sia più bella di quanto non sia brutta. Certo che la vita può essere crudele. La Terra non è esattamente il posto migliore in cui vivere perché è piena di sofferenze e bruttezza. Ma trovo questo tratto particolarmente utile per riportare la mia prospettiva in linea ogni volta che mi allontano dal pensiero che la vita sia bella:

Gratitudine

Sì, praticando anche solo 1 minuto di gratitudine ogni giorno, vedrai la vita svolgersi in modo più bello mentre svolgi i tuoi lavori quotidiani. Essere grati per tutto ciò che è successo, sia per modellarti a diventare una persona migliore o per insegnarti una lezione preziosa. Essere grato per tutti i beni che hai acquisito, contare le tue benedizioni, anche il fatto che sei riuscito a svegliarsi questa mattina e respirare bene.

Inizierai a vedere la vita in modo leggermente diverso.

Direi brutto.
Oggi. Adesso. 2015. Molto più brutto che bello.

Con tutto ciò che sappiamo, con tutto ciò che siamo in grado di vedere, vedo più illusioni mentali, più rabbia, più odio, meno compassione, più depressione, più discordia e più reintegri artificiali del nostro vero sé di quanto non abbia mai visto da giovane. Sospetto che Brutto sia sempre lì, ma ora lo vedo di più.

Ho, alcune volte, mi sono chiesto perché ho sopportato tutto

E poi vedo qualcosa di bello.

Una luna dorata così grande e luminosa come stasera. Un regalo lasciato alla mia porta di casa. Gesti casuali disinteressati. Pura fiducia, anche se pelosa, raggomitolata su un soffice cuscino accanto al letto russando rumorosamente. Una nuova e fragrante fioritura gardenia. La piccola Claire corre verso di me follemente per salutare. Una nuova idea per il lavoro. Tratti di pennello contro tela. Un bacio che senti nelle tue ossa.

Senza brutto non ci sarebbe bellezza.

Bene, bella domanda. Ora paragoniamolo.

Perché la vita è brutta?

  • Difficoltà giorno per giorno
  • C’è così tanto dolore.
  • C’è così tanta lotta.
  • Dobbiamo dimostrarci.
  • Dolore e dolore
  • Paura e insicurezza.

Adesso va bene-

Perché la vita è bella?

  • Dal momento che ci sono persone a cui tieni di più.
  • Dal momento che vale davvero la pena di un’esperienza.
  • Dal momento che è lo zelo di vivere che ci sta facendo rivivere.
  • Insieme alla difficoltà, ci sono anche momenti felici.
  • È un viaggio, che è bello quindi la sua destinazione.
  • La vita non è bella, anzi è più che bella.

Spero che questo ti aiuti.

La vita è ciò che ne fai di essa. Tutte le definizioni di bellezza o bruttezza sono legate al linguaggio che a sua volta si basa sulle convenzioni che costruiamo su di esso. Siamo nel vuoto, tutto il significato che assegniamo alle cose, comprese le parole, non è altro che l’intento di negare il fatto che non esiste una realtà assoluta in cui possiamo contare completamente e quindi ne creiamo una che possiamo capire dividendo tutto in un doppio senso (buono-cattivo, bello-brutto, ecc …)

La vita letteralmente può essere qualunque cosa tu voglia che sia se ti liberi dalle nozioni preconcette che ti vengono date dalla tua famiglia, dalla società e dalla tradizione. Certo, potresti diventare pazzo o almeno sembrare pazzo per la maggior parte.

Fuggi dalla matrice è il mio consiglio.

Devo dire che la vita non è brutta o bella. La vita è prospettiva La vita è come la vedi tu.

Non è sempre facile accettare la condizione umana come è oggi, ma richiede semplicemente un cambio di prospettiva. Lo facciamo modificando prima le nostre prospettive. Noi riflettiamo esteriormente nel mondo, lo facciamo per nostra stessa natura. Quindi ciò che sentiamo dentro, lo mostriamo al mondo.

Se cambiamo la nostra prospettiva, influenziamo il cambiamento nel mondo.

Dipende tutto da cosa vuoi uscirne e cosa ci metti dentro. Se consideri la vita come una grande cosa e metti lavoro e impegno in essa, ne otterrai di più che se guardi ogni giorno come se fosse un lavoro ingrato. Quindi per rispondere alla tua domanda, sì, è sia se la vedi come l’una che l’altra.